Il Centro per l`Impiego della Provincia di Biella promuove l`incontro domanda/offerta di lavoro anche attraverso l`attivazione di tirocini:
Tirocini formativi e di orientamento (neodiplomati e neolaureati) e tirocini d’inserimento/reinserimento lavorativo (disoccupati, inoccupati, in mobilità)

Servizio Tirocini di orientamento e formativi
Referenti tirocini: Elena Pettinà, Chiara Ormezzano, Tel. 015 8480.622, fax 015 8480.682, e-mail: cpi.tirocini@provincia.biella.it   
L'ufficio non è aperto ogni giorno, contattare per appuntamento.

Cosa sono
I tirocini offrono la possibilità di orientarsi nelle scelte professionali e di acquisire esperienza pratica e l`azienda può individuare soggetti da inserire in futuro nel proprio organico.
Non è un rapporto di lavoro subordinato, ma le attività svolte, se certificate, possono avere valore di credito formativo.

A chi è rivolto il tirocinio

Si rivolgono a studenti (tirocini curriculari), a chi ha appena terminato gli studi, a inoccupati, a disoccupati, a lavoratori in mobilità, a coloro che hanno perso l’occupazione e che attraverso un periodo di tirocinio possono reinserirsi nel mondo del lavoro, a persone svantaggiate e soggetti diversamente abili.
Chi vuol fare un tirocinio deve avere compiuto 16 anni.

Può essere attivato da
:
- Centri per l’impiego delle Amministrazioni provinciali
- Enti e Agenzie formative
- Scuole e Università
- Agenzie del lavoro autorizzate dalla Regione
- Altri (per specifici target)

Come si avvia
Per l’avvio di un tirocinio si deve stipulare una convenzione tra le parti coinvolte e predisporre un progetto formativo nel quale vengano indicati: obiettivi formativi - modalità di attuazione - periodo e durata.
L’ente promotore deve individuare un tutor didattico che controlla il buon funzionamento del progetto e che si relaziona con il tutor aziendale (mentor) e che è responsabile del tirocinante.

Vedi la Normativa in Regione Piemonte

La normativa regionale indica che è prevista un’indennità di partecipazione minima mensile di € 300 lordi corrispondente all’impegno massimo di 20 ore settimanali e che tale importo aumenta proporzionalmente in relazione all’impegno del tirocinante fino a un massimo di 40 ore settimanali, in coerenza con gli obiettivi del progetto formativo, corrispondente a un’indennità di partecipazione minima mensile pari a € 600 lordi.

I tirocini curriculari, i periodi di pratica professionale e quelli nell'ambito transnazionale non rienterano in questa normativa regionale.
Per i tirocini a favore di cittadini non appartenenti all'Unione Europea e per altri dettagli si vedano le indicazioni pubblicate sul sito del Centro Impiego di Biella

Vedi anche la scheda sintetica TIROCINI FORMATIVI  realizzata dall'Informagiovani di Torino


TIROCINI UNIVERSITA'
Le Università e i Politecnici promuovono e gestiscono l'offerta di tirocini curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati (entro un anno dalla laurea).
Il tirocinio viene svolto presso aziende o enti accreditati, previa stipula di un’apposita  convenzione  tra l’azienda (soggetto ospitante) e l’Ateneo (soggetto promotore).
Per ogni tirocinio è previsto un progetto formativo che descrive gli obiettivi formativi, i riferimenti del tirocinante, del tutor didattico e del responsabile aziendale e definisce la tipologia, la durata e le modalità del tirocinio.
I tirocini possono essere curriculari o extracurriculari.
Tirocini curriculari: sono quelli con esplicita finalità formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi  e che prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).
Tirocini formativi e di orientamento (o extracurriculari): sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nella delicata fase di transizione dalla scuola al lavoro mediante una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro.
Sono destinati a soggetti che hanno conseguito il titolo entro e non oltre i 12 mesi.
La durata del tirocinio non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al tirocinante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che può variare a seconda della regione sede di svolgimento del tirocinio.

TIROCINI SCUOLE BIELLESI
Anche a livello locale, le scuole superiori propongono ai loro allievi tirocini presso enti pubblici e privati, tendenzialmente nel periodo estivo, ma anche durante l`anno (Alternanza Scuola-Lavoro).
Alcune scuole superiori e professionali propongono ai propri studenti le esperienze di stage attraverso il Centro per l`Impiego locale oppure autonomamente, concordando direttamente con enti e privati tempi e modalità. Gli studenti devono informarsi presso le segreterie delle scuole che frequentano. L'età minima è 16 anni.
Alcune ditte o enti riconoscono loro un piccolo rimborso spese o alcuni benefit (buono pasto...).
Anche l`Informagiovani di Biella accoglie studenti delle scuole superiori e di alcuni corsi universitari, sia durante il periodo estivo che durante l`anno.   

Per i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO NEL BIELLESE vai alla pagina sul nostro sito


PROGETTO "STAGE DI QUALITA`" per laureati/laureandi promossi dal Comune di Biella
Il progetto è stato avviato nel 2008 ed è proseguito negli anni successivi, con risorse del comune di Biella e di numerosi partner. 
Prevede tirocini di 6 mesi in aziende attive nel Biellese.
Anche nel 2017-2018 gli stage saranno avviati a partire dall'autunno, con borsa di € 700 mensili. Si concluderanno nella primavera/estate 2018.
Per i dettagli vai a Stage di qualità
oppure chiedi informazioni all`INFORMAGIOVANI di Biella