21/01/2019

Biella, PRATICHE DI SLANCIO: Audizioni per giovani danzatori



Progetto proposto da Opificiodellarte Prodotti Espressivi e Art’è Danza Biella, impegnati nella formazione di giovani artisti–danzatori e animati dal desiderio di accompagnarli in un percorso pre–professionale che offrirà la possibilità di confrontarsi con artisti e coreografi, oltre che mettere in scena ed essere protagonisti di uno spettacolo dal vivo rivolto al grande pubblico.

Il 17 febbraio i giovani danzatori del territorio desiderosi di intraprendere questo percorso formativo potranno partecipare a un'AUDIZIONE.

 
Audizione/Selezione
In data 17 febbraio 2019 i giovani danzatori del territorio desiderosi di intraprendere questo percorso formativo potranno partecipare ad una audizione suddivisa in due fasi:
- riscaldamento e una sequenza danzata per comprendere il linguaggio corporeo di ogni singolo candidato;
- colloquio motivazionale.
Non è richiesto uno stile specifico di danza ma molta voglia di mettersi in gioco e sperimentare.
La giuria sarà composta, dalla direzione artistica di Opificiodellarte ed Art’è Danza, da Ester Fogliano e Giorgia Bovo giovani performer di origine biellese e da un rappresentante di Fondazione CR Biella.

Incontri formativi
Suddivisi in due blocchi bimestrali, si svolgeranno da marzo a giugno, con incontri a cadenza bisettimanale della durata di un’ora e mezza ciascuno, più due incontri intesivi di 8 ore prima della messa in scena della performance.
Durante il primo bimestre saranno a cura di Giorgia Bovo e nel secondo di Ester Fogliano.
Durante gli incontri saranno prese in esame le dinamiche del creare, che portano alla costruzione di una performance o spettacolo, con lo scopo di esporre i partecipanti ai processi creativi del mondo lavorativo contemporaneo, oltre che dar loro opportunità performative di ampio spessore artistico.
Da ottobre a dicembre possibilità di svolgere stage con danzatori del panorama internazionale presso la Lavanderia a Vapore di Collegno, in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo.

Al termine del primo blocco creativo ci sarà una restituzione informale, aperta al pubblico, del lavoro svolto.

Spettacolo
Al termine del secondo blocco, domenica 30 giugno 2019, presso gli spazi di Cittadellarte Fondazione Pistoletto, spettacolo in site specific in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo.

Rete di partenariato
Il progetto, da un punto di vista organizzativo gestionale, prevede la strutturazione di una rete di relazione collaborativa composta da due diverse tipologie di soggetti: Opificiodellarte capofila di progetto, organizzatore, promotore e responsabile del progetto nella sua complessità; e la rete di collaboratori esterni che metteranno a disposizione il proprio expertise:
- Fondazione Piemonte dal Vivo;
- Fondazione Cassa di Risparmio di Biella;
- Città di Biella – Settore Politiche Giovanili;
- Art’è Danza asd;
- Arcipelago Patatrac;
- Cittadellarte – Fondazione Pistoletto.

L’obiettivo principale del progetto consiste nella creazione di un palinsesto formativo in grado di fornire ai giovani del territorio un’esperienza performativa di stampo pre-professionale e sostenere chi dal territorio è partito offrendo uno spazio per poter praticare la loro esperienza.

Gli obiettivi specifici possono essere così sintetizzati:
- Esposizione ai diversi processi creativi coreografici utilizzati nelle compagnie professionali di danza contemporanea;
- Realizzazione di lavori coreografici creati su misura, con lo scopo di valorizzare le qualità di ogni singolo danzatore all’interno del gruppo;
- Crescita e maturità attraverso la collaborazione con professionisti del mestiere, oltre che allo stimolo derivante dallo stretto contatto con i danzatori selezionati;
- Responsabilizzazione di ogni partecipante tramite l’assegnazione di incarichi mirati ad ogni singolo individuo da eseguire nel corso delle prove sotto stretta osservazione e tutoraggio del coreografo;
- Accelerazione del processo di apprendimento e adattamento a diversi stili coreografici e situazioni creative;
- Candidatura dei partecipanti di questo progetto al bando per borsa di studio per l’edizione 2019/2020 di questo corso, che prevederà la realizzazione di lavori coreografici diversi.

Dopo anni trascorsi a trasmettere ai giovani la passione per l’arte della danza e nella creazione di percorsi formativi che hanno condotto parecchi allievi a trasformare la loro passione in professione, è stato naturale pensare ad uno spazio dedicato a chi dal territorio ha preso lo “slancio” per intraprendere un percorso professionale e poi per necessità o per desiderio è ritornato sullo stesso territorio forte di un’esperienza da poter condividere e mettere al servizio di nuovi talenti. Uno spazio dedicato alla “pratica” dello stare in scena per conoscere tutte quelle dinamiche che costituiscono la creazione di una performance ed incentivare la nascita di un gruppo di giovani danzatori rappresentativo per la città.

Ci auguriamo inoltre che in questo nuovo spazio all’interno di Opificiodellarte, un edifico che ha rappresentato la storia del nostro territorio il passato possa ancora una volta intrecciarsi con il presente dando vita a nuovi stimoli per la creatività e l’espressione delle future generazioni.

     Claudia Squintone, Direttrice Art’è Danza