22/01/2019

Giornata della Memoria 2019 - Eventi a Biella e Vercelli



Memorial BerlinoIl Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno, come giornata in commemorazione delle vittime dell'Olocausto.

Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell'Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Di seguito alcuni appuntamenti in programma nel Biellese e Vercellese per ricordare la Shoah nel 2019:

 

 

BIELLA:
- Biblioteca dei ragazzi, 26 Gennaio ore 11:00, si terrà una lettura del romanzo di Karen Levine “La valigia di Hana”, a cura dell’Associazione “Gufo Vagabondo”. Entrata gratuita. Info 015 351300
- Circolo culturale sardo “Su Nuraghe”, 26 Gennaio ore 21:00, si terrà una proiezione del documentario “Il Giudice dei Giusti. La storia di Moshe Bejski” di Emanuela Audisio e Gabriele Nissim.
- Chiesa Evangelica della Riconciliazione, 27 Gennaio ore 17:00, via Ivrea 70. Proiezione della video intervista della Senatrice Liliana Segre sul memoriale della Shoah di Milano; a seguire intervento di Alberto Antonello, pastore della Chiesa Evangelica; lettura di poesie scritte da bambini detenuti nel campo di Terezin; brani della pièce teatrale di F. Crini “Frammenti dal Silenzio”; Memoriale della Shoah di Gerusalemme, video a cura di Luca Guzzo.
- Villa Schneider, 27 gennaio ore 9:00 – 17:00.
Iniziativa di Urban Kintsugi si basa sul romanzo “Farenheith 451” scritto nel 1953 da Ray Bradbury descriveva il protagonista Montag durante l’incontro con chi si tramandava a memoria i libri, essendo questi proibiti e “quando si prendono gli appunti a mano le parole sembrano fissarsi in modo più profondo e, se il testo è denso di significato, sembrano prendere vita e diventano parte di noi” sono le considerazioni da cui nasce il progetto il cui scopo è tramandare la memoria attraverso la scrittura di parole elaborate da altri che abbiano un significato particolare personale per noi, per poi essere lette da chi passerà davanti a Villa Schneider durante il Giorno della Memoria, che magari le ricorderà o le farà sue.
Per questo esercizio di scrittura della memoria serve un foglio, una penna, un libro da cui copiare il testo prescelto (anche poche frasi), citarne la fonte (autore, titolo, oppure precisarne l’origine : testimonianza, intervista con relativi dati) e volendo, firmarlo.

I manoscritti saranno raccolti il 27 gennaio dalle 09:00 alle 17:00 presso Villa Schneider ed esposti con un cordoncino dorato al cancello; ci sarà sempre qualcuno degli organizzatori a ricevere chi porterà il proprio contributo. Chi sarà impossibilitato a portare il manoscritto durante la Giornata della Memoria potrà scannerizzare il documento e inviarlo a uk.giornodellamemoria@gmail.com, consegnarlo a Informagiovani o a Villa Schneider durante gli orari di apertura.

 

SANDIGLIANO:
Centro Polivalente , 24 Gennaio ore 21:00 , si svolgerà una serata proposta dall’associazione culturale “Amici del cinema”, dove verranno proiettate delle immagini scattate da salvatore Buemi nei lager.
Fotografie che testimoniano la crudezza e la ferocia del regime nazista in tutta Europa , attraverso la loro grande carica emotiva, capace di toccare le corde dell’animo per non dimenticare il più grande genocidio avvenuto sul nostro continente.

 

OCCHIEPPO SUPERIORE:
Villa Mossa24 Gennaio ore 21:00 , si terrà una conferenza dal titolo “La stella e la croce. Chiesa ed ebrei nel Medioevo” a presentarla sarà Giulio Pavignano.

 

VIGLIANO:
Biblioteca comunale, 28 Gennaio ore 18:00. Si terrà un evento di commemorazione tramite la lettura del libro "Fino a quando la mia stella brillerà" testimonianza della superstite Liliana Segre e del tempo che trascorse da bambina nel campo di concentramento di Auschwitz.

 

PETTINENGO:
Museo delle Migrazioni, 30 Gennaio 2019 - 30 Gennaio 2020 . Avrà inizio l'apertura straordinaria del Museo delle Migrazioni di Pettinengo, che ospiterà per un anno la mostra "Omaggio a Tavo Burat, Gustavo Buratti Zanchi", con le immagini di Andrea Ciprelli del campo rom di Lungo Stura Lazio di Torino, in memoria del Porrajmos, termine usato per indicare lo sterminio degli zingari da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale.
Per info e prenotazione: Idillio, 334 3452685. Ingresso libero.

 

PRALUNGO:
Sede degli Alpini di Pralungo, 31 Gennaio ore 19:30, via Garibaldi 5. L'associazione "VocidiDonne" organizza una serata "Caffè Letterario" con la partecipazione della psicologa Francesca Demarchi, la fiduciaria di "Reduci della Prigionia" Silvia Delzoppo e Raffaella Dellavalle presidentessa di "Cresco". Questo evento porterà la testimonianza di Edith Eva Eger, donna ungherese che all'età di 16 anni fu internata nel campo di concentramento di Auschwitz dove perse genitori appena arrivata, di come riuscì a resistere con la sorella prima di essere salvata dall'esercito americano e di come successivamente si trasferirà negli Stati Uniti per diventare una psicologa specializzata nella cura di soggetti con disturbi da stress post-traumatico, come reduci di guerra e donne che hanno subito abusi.
Per prenotazioni chiamare 338 1473720 entro il 28/01/2019.

 

ROPPOLO:
Polivalente di Roppolo, 26 gennaio ore 17, via Marconi 4. Letture sul tema "L'altro Primo Levi", un'occasione per conoscere le opere minori dello scrittore e scoprire che si può ricordare anche senza piangere. 

 

SALA BIELLESE:
Casa della Resistenza via Ottavio Rivetti 5, 26 Gennaio ore 15:00 presentazione dell’installazione, 27 Gennaio dalle 9:30 alle 17:30, dal 2 al 23 Febbraio ogni sabato dalle 14:30 alle 17:30, info 015 2551118 , anche su appuntamento 340 96817191 . Ospiterà l'installazione artistica di Nicoletta Feroleto dal titolo “La valigia di Friedl, l’acquerello di Doris, la poesia di Pavel” promossa dalla sezione di Sala Biellese del A.N.P.I. e dal comune di Sala Biellese. Dedicata a Friedl Dicker Brandeis, a Doris Weiserovà, a Pavel Friedman e alla farfalla errante, che sta cercando i luoghi per potersi posare. Una valigia a testa, questo era permesso di portare ai deportati di Praga nel ghetto di Terezin: non avrebbe potuto contenere i ricordi di una vita, il necessario per coprirsi, utensili per replicare abitudini che non ci sarebbero più state.



VERCELLI:
- Museo Archeologico Civicodal 25 Gennaio al 3 Febbraio, orari da martedì a venerdì dalle 15 alle 17.30; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 ospiterà la mostra “I genocidi del XX secolo”, realizzata dal Mémorial de la Shoah di Parigi e sostenuta e promossa dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.
In occasione del Giorno della Memoria 2019, l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia organizza, con la compartecipazione del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana.
La mostra, adatta sia a un pubblico scolastico che adulto, propone un approccio comparato dei tre genocidi riconosciuti all’unanimità come tali: il genocidio degli Armeni dell’Impero ottomano, il genocidio degli Ebrei d’Europa e quello dei Tutsi in Ruanda. 
- Sinagoga di via Foa, 29 Gennaio, si terrà un momento di raccoglimento di fronte alla lapide dei deportati, con la deposizione di una corona d’alloro.

 

SANTHIA':
Centro culturale “Jacopo Durandi”, 25 Gennaio ore 21:00 , potrete assistere allo spettacolo teatrale intitolato “Basta !”.