22/02/2022

Residenze per studenti: il Collegio Einaudi di Torino bandisce 100 nuovi posti. Scade 31 maggio



Fino al 31 maggio 2022 è possibile fare domanda per una residenza dell’ente, che prevede un’offerta formativa complementare a quella universitaria.
Camere singole con bagno privato, cucine comuni, spazi per lo studio e lo svago. E poi ancora lavanderia, una foresteria per ospitare familiari ma, soprattutto, una proposta formativa parallela al percorso universitario. Sono alcuni dei servizi che il Collegio Einaudi di Torino mette a disposizione di studenti e studentesse meritevoli, attraverso un bando per 100 nuovi posti aperto fino al 31 maggio e valevole per l’anno accademico 2022-2023.

Al momento le residenze attive sono quattro: Crocetta e San Paolo (vicine al Politecnico, il primo è un vero e proprio campus universitario), Po (un edificio ecosostenibile in pieno centro) e Valentino (la sede storica che ospitò Umberto Eco e la più verde di tutte).

L’accettazione della domanda – che può essere presentata anche da residenti a Torino o prima cintura – è subordinata alla valutazione del rendimento scolastico o universitario e attraverso un colloquio saranno approfonditi anche aspetti come la motivazione e il potenziale personale. Chi viene ammesso paga poi un contributo annuale in base all’Isee, ma sono previsti premi e borse di studio (fino al rimborso totale della retta) per chi raggiunge ogni anno i migliori risultati accademici o si ritrova in difficoltà economiche.

Al suo ingresso in Collegio ogni studente e studentessa definisce un Pfp – Piano Formativo Personalizzato (70 ore per il primo triennio universitario, che diventano 25 negli anni successivi) complementare ai propri studi, che si impegna a seguire. È possibile scegliere fra un’ampia gamma di esperienze e corsi multidisciplinari diversi ogni anno, suddivisi in filoni denominati Consapevolezza di Sé (su soft skills, orientamento al lavoro, tempo libero), Consapevolezza dell’Altro (ambiti vari ed estranei alla propria formazione) e Consapevolezza del Mondo (valori di cittadinanza e territorio).
Ad esempio in questo anno accademico il tema centrale dell’offerta formativa è la creatività e fra i percorsi in programma troviamo L’opportunità del rischio, L’arte dell’impreparazione, Creative Mind, oppure Improvvisazione teatrale e Motivazione e metodo di studio; inoltre non mancano moduli dedicati alle bellezze di Torino e dintorni o pacchetti di ore in inglese.

Gli studenti possono infine usufruire di una serie di convenzioni: in primis con il Cus Torino (sconto dell’80% sulla tariffa universitaria) poi con librerie, ostelli e bed & breakfast, agenzie per soggiorni all’estero e negozi. Importante infine la partnership con alcuni centri medici, anche in relazione a eventuali situazioni legate al Covid.

Il Collegio Einaudi non è dunque una semplice residenza universitaria, ma un luogo dove accrescere le proprie competenze e iniziare a costruirsi un futuro basato su aspirazioni e merito.