TIROCINI EXTRACURRICOLARI

DGR n. 85-6277 del 22 dicembre 2017

Il tirocinio è l'opportunità  di svolgere un percorso formativo presso aziende pubbliche o private: non è un contratto di lavoro ma è finalizzato a creare un contatto diretto tra soggetto ospitante e tirocinante al fine di acquisire un'esperienza pratica spendibile nel mercato del lavoro e di arricchire il proprio curriculum. E' prevista un'indennità  di partecipazione.

LINK alla pagina della Regione Piemonte

Sono previste quattro tipologie di tirocinio:

- TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO,  finalizzati ad agevolare le scelte professionali dei giovani mediante un'esperienza formativa a diretto contatto con il mondo del lavoro e destinati a giovani che hanno conseguito un titolo di studio da non più di 12 mesi,  e DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO,  destinati a persone in stato di disoccupazione, anche percettori di ammortizzatori sociali, persone occupate e persone disabili e svantaggiate.

Oltre ai lavoratori disoccupati, beneficiari di strumenti di sostegno al reddito, soggetti disabili e svantaggiati, è consentito l'inserimento in tirocinio anche di lavoratori occupati in cerca di nuova occupazione, nei limiti previsti dalla normativa di impegno orario massimo.
Il limite di età  minimo per svolgere il tirocinio è di 16 anni ed occorre aver assolto l'obbligo scolastico.
La durata massima è di 6 mesi, proroghe comprese (fatta salva la durata superiore prevista per i tirocini per soggetti disabili e svantaggiati). E' prevista una durata minima di 2 mesi.
E' prevista l'erogazione di un'indennità  minima di 600 € per un impegno orario massimo di 40 ore settimanali; tale importo può diminuire proporzionalmente in relazione all'impegno del tirocinante fino ad un minimo di 300 € lordi per 20 ore settimanali.  
E' consentita la cumulabilità  tra indennità  di partecipazione e ammortizzatore sociale.

Sistema premiale: i  soggetti ospitanti con più di 20 dipendenti possono ospitare tirocinanti oltre la quota di contingentamento prevista, se nei 24 mesi precedenti abbiano assunto almeno il 20% di coloro che hanno svolto un tirocinio presso di loro.

Misure di vigilanza e controllo: fermo restando la competenza dell'Ispettorato del lavoro, si prevede un sistema sanzionatorio in capo alla Regione in caso di violazioni da parte dei soggetti promotori o dei soggetti ospitanti della disciplina sui tirocini.

- TIROCINI DI INCLUSIONE SOCIALE,  percorsi di orientamento, formazione e inserimento o reinserimento lavorativo, finalizzati a sostenere l'inclusione sociale, l'autonomia e la riabilitazione di persone prese in carico dal servizio sociale professionale e dai servizi sanitari competenti.
Hanno una durata di 24 mesi per i soggetti disabili, prorogabili per ulteriori 24 mesi. Per tutti gli altri soggetti la durata è di   12 mesi prorogabili per ulteriori 12 mesi.
Il tirocinio è ripetibile presso lo stesso soggetto ospitante, previa acquisizione da parte del soggetto promotore del parere positivo del servizio pubblico competente.
E' prevista un'indennità  minima di partecipazione, pari a 3,40 euro/ora per la durata complessiva del tirocinio.

- TIROCINI ESTIVI,  promossi durante la sospensione estiva delle attività  didattiche a favore di un adolescente o di un giovane, regolarmente iscritto ad un ciclo di studi o ad un percorso formativo, per agevolare la scelta professionale, in coerenza con il percorso di studi frequentato.
Destinatari sono adolescenti tra i 16 e 18 anni e giovani tra i 18 e 25 anni compiuti regolarmente iscritti ad un ciclo di studi di ogni ordine e grado, compresi stranieri comunitari ed extracomunitari residenti e/o domiciliati in Italia. Possono accedervi anche gli adolescenti che non hanno compiuto i 16 anni se iscritti al 3 ° anno scolastico.
La durata massima è di 3 mesi, coincidenti con il periodo di vacanza estiva (proroghe comprese).
Il tirocinio estivo prevede il riconoscimento di un rimborso a copertura delle spese di trasporto e di mensa, dietro presentazione di giustificativi nella misura massima di un importo pari a € 200 mensili.

-  TIROCINI PER PERSONE STRANIERE residenti all'estero  (fuori dalla UE)  che attestano un percorso di formazione da completare con il tirocinio in Italia, inclusi disoccupati e inoccupati. La durata massima è di 12 mesi.

Vedi anche le  FAQ sul sito della Regione Piemonte  e la NORMATIVA attuale di riferimento  sul sito della Regione

 

ATTIVAZIONE DI UN TIROCINIO EXTRACURRICOLARE

Per poter attivare un tirocinio è necessario l'incontro fra tre soggetti: un ente promotore, un'azienda ospitante e il tirocinante. Il tirocinio è attivato sulla base di una convenzione e di un progetto formativo individuale. Possono richiedere l'attivazione di un tirocinio tutti i datori pubblici e privati, nel rispetto dei limiti previsti in relazione al numero dei dipendenti. E' necessaria una Convenzione con un ente promotore, che garantisce la regolarità  del tirocinio.
Per l'attivazione di un tirocinio l'azienda può rivolgersi direttamente ad un soggetto promotore di cui all'ELENCO.

Per attivare un tirocinio di inserimento /reinserimento con soggetto promotore un Centro per l'Impiego è necessario contattare preventivamente il Centro per verificare la disponibilità  di un tutor e accordarsi per la stipula della Convenzione e del Progetto di tirocinio.
Il CPI di riferimento per la promozione di un tirocinio è legato alla sede operativa aziendale in cui il tirocinio deve essere attivato.
Il soggetto ospitante, o un suo delegato, deve compilare i moduli "richiesta di attivazione tirocinio" e "allegato richiesta di attivazione tirocinio" e inviarli (per il Biellese) a  tirocini.cpi.biella@agenziapiemontelavoro.it

A seguito dell'invio dei documenti di cui sopra:
- il Centro per l'Impiego redige, in qualità  di Ente promotore, la convenzione che verrà  inviata al soggetto ospitante
- il soggetto ospitante, o un suo delegato (comunque abilitato ai canali amministrativi GECO), effettua la Comunicazione Obbligatoria, indicando la data di avvio effettivo del tirocinio. La data di avvio viene concordata esclusivamente con il Centro per l'Impiego.

A seguito della comunicazione obbligatoria e della convenzione, il soggetto ospitante e il soggetto promotore predispongono il progetto formativo attraverso il  Portale dei tirocini, il Portale attraverso cui tutti i tirocini extracurriculari avviati in Regione Piemonte devono essere attivati.  

UFFICIO  TIROCINI CENTRO IMPIEGO DI BIELLA
Referente tirocini: Elena Pettinà , Tel. centralino 015 4193600 (si avvisa che per tutto il periodo di emergenza Covid 19 sarà  attivo solo dalle 9.30 alle 12), e-mail: tirocini.cpi.biella@agenziapiemontelavoro.it  

L'ufficio non è aperto al pubblico ogni giorno, contattare per appuntamento.



TIROCINI UNIVERSITA'
Le Università  e i Politecnici promuovono e gestiscono l'offerta di tirocini curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati (entro un anno dalla laurea).
Il tirocinio viene svolto presso aziende o enti accreditati, previa stipula di un'apposita convenzione   tra l'azienda (soggetto ospitante) e l'Ateneo (soggetto promotore).
Per ogni tirocinio è previsto un progetto formativo che descrive gli obiettivi formativi, i riferimenti del tirocinante, del tutor didattico e del responsabile aziendale e definisce la tipologia, la durata e le modalità  del tirocinio.
- Tirocini curriculari: sono quelli con esplicita finalità  formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi e che prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).
- Tirocini formativi e di orientamento (o extracurriculari): sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali e l'occupabilità  dei giovani nella delicata fase di transizione dalla scuola al lavoro mediante una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro.
Sono destinati a soggetti che hanno conseguito il titolo entro e non oltre i 12 mesi.
La durata del tirocinio non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al tirocinante deve essere riconosciuta un'indennità  di partecipazione minima mensile che può variare a seconda della Regione sede di svolgimento del tirocinio.


TIROCINI SCUOLE BIELLESI
Anche a livello locale, scuole superiori e agenzie formative propongono ai loro allievi tirocini presso enti pubblici e privati, durante l`anno (Alternanza Scuola-Lavoro, www.istruzione.it/alternanza) o nel periodo estivo (Tirocini estivi).
Gli studenti devono informarsi presso le segreterie delle scuole che frequentano. L'età  minima è 16 anni.
La normativa regionale precisa che il tirocinio estivo prevede il riconoscimento di un rimborso a copertura delle spese di trasporto e di mensa, dietro presentazione di giustificativi, nella misura massima di un importo pari a € 200,00 mensili.
Anche l`Informagiovani del Comune di Biella accoglie studenti delle scuole superiori e di alcuni corsi universitari, sia durante il periodo estivo che durante l`anno.    

Per i CAMPI ESTIVI DI VOLONTARIATO NEL BIELLESE vai alla pagina sul nostro sito


PROGETTO "STAGE DI QUALITA`" per laureati/laureandi
Il progetto, promosso dal Comune di Biella, è stato avviato nel 2008 ed è proseguito negli anni successivi, con risorse del Comune di Biella e di numerosi partner.
Prevede tirocini di 6 mesi in aziende attive nel Biellese. La maggior parte degli stage viene attivata attraverso il Centro per l'Impiego di Biella.
Anche nel 2020 gli stage verranno avviati, probabilmente a partire dall'autunno (avvio del progetto prorogato a causa delle misure emergenza COVID-19), con borsa di € 700 mensili.
Per i dettagli vai a Stage di qualità  oppure chiedi informazioni all`INFORMAGIOVANI di Biella